Lega Nord Parabiago
Ascolta Radio Padania Libera Guarda Tele Padania

ROM: LA LEGALITA' PRIMA DI TUTTO

Diego Scalvini
Diego Scalvini

I Rom che hanno occupato abusivamente l’area retrostante l’Artea sono stati sgomberati per la 4° volta dall’inizio dell’anno.
Queste sono operazioni, complesse e costose, vanno pianificate in ogni dettaglio prima di essere eseguite: deve esserci concertazione tra le Forze dell’ordine, Amga, le ditte di movimento terra e il benestare dei proprietari del terreno che tra l’altro si accollano l’onere dello sgombero. Inoltre, il numero degli addetti delle Forze dell’Ordine dev’essere importante per permettere la loro uscita dal campo in maniera ordinata, senza incidenti, avendo particolare attenzione alle donne e ai bambini.
Occorre poi abbattere le baracche ed infine ripulire la zona da rifiuti, lamiere e rottami. Successivamente i Rom devono essere accompagnati in questura per il foto-segnalamento.

Occupare e sgomberare è certamente una semplificazione del problema che purtroppo non ha alternative con le risorse a disposizione dalle amministrazioni.
La cultura Rom è resistente alla nostra cultura e per questo, un’integrazione la si può stimolare, ma i risultati dimostrano difficoltà quasi insormontabili. La comunità Rom è allergica alle nostre regole, alla nostra civiltà e quindi alla nostra legalità.

Un modo concreto di trattare il problema ci viene dato dalla civile, robusta e vicina Francia. Solo un mese fa la polizia francese ha sgomberato due campi occupati dai Rom nella provincia di Lilla, evacuando più di 200 persone. Dopo aver accettato di tornare in Romania volontariamente, sono stati imbarcati su di un aereo.
Il ministro dell’interno il socialista Manuel Vals ha sostenuto che queste operazioni continueranno anche in futuro e saranno sostenute con fermezza da tutto il governo Francese. La legge Francese richiede ai Rom, per vivere in Francia, di avere un permesso di lavoro e di dimostrare di avere i mezzi per sostenersi, se vogliono soggiornare per più di tre mesi. E’ una legge voluta dal governo di destra di Sarkozy e accettata “con fermezza” anche dal governo di sinistra di Hollande.

La ragione vorrebbe che anche in italia si operasse in un modo analogo, ma ormai sembra prevalere la rassegnazione. L’abbandono delle gente, la separazione netta fra Stato centrale e le esigenze dei cittadini è evidente e riconosciuta. Ci troviamo di fronte a una situazione paradossale, da un lato, chi ha il potere non agisce e dall’altro, chi questo poter non lo ha deve rispondere alle giuste richieste di sicurezza con risorse limitate e senza poter fare ciò che vorrebbe.
E’ nei fatti l’impossibilità di sapere i mezzi di sostentamento della comunità Rom, è nei fatti l’aumento dei furti negli appartamenti, ed è sempre nei fatti la paura e l’insicurezza di chi vive nelle vicinanze di questi campi.

E’ su questa realtà che la Lega Nord e il suo Assessore alla Sicurezza Luca Ferrario si sono impegnati, tutelando la cittadinanza nel fare rispettare la legalità.
L’attenzione rimarrà come sempre alta, il territorio continuerà ad essere pattugliato anche con il servizio di vigilanza privata, uno strumento messo in campo proprio dall'Assessorato alla Sicurezza per garantire un controllo aggiuntivo nelle ore notturne, assieme all'occhio attento dei volontari del Controllo di Vicinato che bene stanno operando sia a San Lorenzo che a Villastanza.
Ricordiamo infine l'approvazione del nuovo regolamento di polizia Locale che dedica 2 articoli ad accattonaggio e nomadismo, vietati su tutto il territorio comunale e per i quali i nostri Agenti della Polizia Locale effettuano continui interventi.

Crediamo in questo modo di mantenere le promesse contenute nel nostro programma e siamo convinti che se saranno necessari altri sgomberi, procederemo alla loro esecuzione persuasi di avere l’appoggio della maggioranza dei Parabiaghesi.
News

Pubblicata il: 08/10/2012 da Diego Scalvini Lega Nord Parabiago

         

 

 

© Lega Nord Parabiago - All right reserved | Admin | Credits | Privacy | eMail | D&D  


Lascia i tuoi commenti sul Blog Prima il Nord! Home Page Movimento Giovani Padani - Parabiago