Lega Nord Parabiago
Ascolta Radio Padania Libera Guarda Tele Padania

CAVA DI SAN LORENZO : CHIESTA LA REALIZZAZIONE DI UNA NUOVA VIABILITÁ ESTERNA AL CENTRO ABITATO

Raffaele Cucchi
Raffaele Cucchi

Nella mattinata di giovedì 23 febbraio 2012 si è tenuto il sopralluogo istruttorio nell’ambito della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale per il progetto di “gestione produttiva dell’ambito estrattivo ATE G6” meglio conosciute come “Cava Sempione” e “Cava Villoresi”.
Cava di San Lorenzo nota, congiuntamente con l’impianto della Ecoter, alle cronache per i problemi viabilistici causati sulla via Appiani in località di San Lorenzo per il passaggio dei mezzi pesanti che trasportano gli inerti.
Nei fatti le proprietà hanno presentato alla Provincia di Milano un nuovo progetto per il completamento della coltivazione dell’ambito di cava come previsto dal Piano Cave.
All’interno del procedimento, prima del rilascio dell’autorizzazione, la Provincia è tenuta ad acquisire il giudizio di compatibilità ambientale rilasciato dalla Regione di Lombardia.
All’interno del procedimento regionale si è tenuto il sopralluogo finalizzato alla verifica delle criticità e/o problematicità ambientali che possono insorgere in funzione dello svolgimento dell’attività estrattiva.

Il Vice Sindaco Raffaele Cucchi con deleghe all’ambiente e alle attività produttive durante il sopralluogo ha evidenziato nuovamente i problemi che le attività presenti e future andranno a creare agli abitanti della frazione di San Lorenzo per il passaggio dei mezzi pesanti all’interno del centro abitato residenziale della frazione.
Ribadendo che oggi NON è più accettabile pensare che venga rilasciata una nuova autorizzazione senza risolvere la problematica dell’accesso alla cava, e si rende INDEROGABILE trovare una soluzione viabilistica alternativa che non passi più all’interno del centro abitato.
Durante l’incontro Cucchi ha fatto presente al responsabile del procedimento come già il giudizio di compatibilità ambientale di cui al decreto n. F/52306 del 24.12.1999 (riguardante la vecchia autorizzazione) in merito alla viabilità recitava “in merito alla prospettata interferenza del traffico indotto dall’impianto con la viabilità esistente ed in particolare con la S.S. 33, dovranno preventivamente essere ricercate e concordate con le Amministrazioni degli Enti interessati soluzioni alternative o migliorative di quelle prospettate a progetto”.
Considerato che dal 1999 ad oggi nulla è stato fatto per risolvere il problema della viabilità, differentemente per le attività di cava di cui si è dato corso, tanto è che il nuovo progetto NON affronta per un’ennesima volta il problema proponendo una nuova soluzione.
Difronte a questa situazione l’assessore Cucchi ha prospettato un confronto serrato che non potrà che vedere una ferrea posizione contraria dell’Ente fino a quando ci sarà una soluzione alla problematica.

Il responsabile del procedimento dal sopraluogo ha potuto rendersi conto di persona dei problemi che un’attività di quel tipo può avere sul centro abitato ha caldeggiato una soluzione, e grazie alla collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Nerviano sembra essersi aperto uno spiraglio per prevedere l’utilizzo della via Cesare Pavese in Nerviano che, costeggiando l’ambito di cava, permette di raggiungere l’ingresso della cava Sempione e dell’impianto Ecoter evitando di passare per il centro abitato.

Ora la nostra Amministrazione, congiuntamente con l’Amministrazione di Nerviano, ha tempo entro il 15 marzo per presentare una richiesta di integrazione progettuale al procedimento di V.I.A. che vada nella direzione appena delineata con l’auspici che con l’azione congiunta delle due Amministrazioni, e con la comprensione del problema da parte della Regione, si riesca a risolvere questo annoso problema per la comunità di San Lorenzo.
News

Pubblicata il: 29/02/2012 da Raffaele Cucchi Lega Nord Parabiago

         

 

 

© Lega Nord Parabiago - All right reserved | Admin | Credits | Privacy | eMail | D&D  


Lascia i tuoi commenti sul Blog Prima il Nord! Home Page Movimento Giovani Padani - Parabiago