Lega Nord Parabiago
Ascolta Radio Padania Libera Guarda Tele Padania

ACQUISTO DELLA CAVA CANTONI : DOPO 7 ANNI DI CONTENZIOSI SI SCRIVE LA PAROLA FINE

Raffaele Cucchi
Raffaele Cucchi

Giovedì sera, con l’approvazione della delibera per l’acquisizione delle aree della ex Cava Cantoni di Nerviano, per l’Amministrazione Comunale di Parabiago si è concluso un lungo capitolo che dura da oltre sette anni ed ora aspetta anche agli altri quatto comuni del parco del Roccolo.

L’acquisizione dell’ex Area Cantoni rientra tra gli interventi previsti dal comitato di coordinamento del Parco del Roccolo al fine di dare corso agli interventi di riqualificazione ambientali previsti dalle somme messe a disposizione dalla Società TERNA per le compensazioni derivanti dal passaggio dell’elettrodotto.
Ricordiamo che la convenzione, sottoscritta nel dicembre del 2003 tra il comune capo convenzione e la società Trasmissione Elettricità Rete Nazionale per la realizzazione dell’elettrodotto Rho/Turbigo, prevedeva compensazioni ambientali per un valore di 2,5 milioni di euro e 800 mila ero erano proprio destinati all’acquisizione e sistemazionedella Cava.
In seguito a quegli accordi il comitato di coordinamento del Roccolo ha evidenziato l’importanza naturalistica ed ambientale di quell’area e pertanto nel 2004 si è proceduti alla sottoscrizione del compromesso di vendita.
Ma a causa di una serie di eventi e coincidenze le Amministrazioni Comunali non procedettero nei tempi previsti dal contratto a deliberare all’acquisto della Cava.
In seguito a questo ritardo si registrò una serie di contenziosi che risultano in essere ancora ad oggi e che prevede il rinvio della causa per le precisazioni al maggio 2013.
In questi anni, comunque fra le Amministrazioni del Parco e la proprietà della cava, vi sono stati continui tentativi per trovare una risoluzione extra-giudiziaria al problema, ma nel frattempo la Società della Cava ha messo in essere anche una serie d’interventi di ristrutturazione degli immobili e migliorie alle aree della cava.
Una svolta nelle trattative si è registrata dal mese di giugno dello scorso anno quando sembrava che si erano create le condizioni per giungere ad una soluzione all’annosa vicenda.
Ma tale risoluzione non ha avuto lunga vita, dal momento in cui prevedeva in cambio dell’acquisizione della cava sia un nuovo prezzo (che teneva conto dei lavori di ristrutturazione effettuati) sia l’affitto in capo ai venditori delle strutture commerciali (bar, ristorante e pesca sportiva) con un contratto di sei più sei anni a titolo gratuito.
Di fronte a questa scelta del comitato di coordinamento non condivisa, l’Amministrazione comunale di Parabiago ha opposto ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale al fine di ottenere una revisione della decisione del comitato tra le altre cose assunta in nostra assenza.
In seguito a questa nostra posizione si è giunti finalmente ad una soluzione ragionevole che prevede che in cambio del pagamento del prezzo del bene ci sia in controparti la cessione del cespite medesimo.
In seguito le Amministrazioni del parco avvieranno una procedura di evidenza pubblica al fine di selezionare l’operatore che farà la migliore offerta per la gestione delle attività economiche e della pesca sportiva.

Durante il Consiglio Comunale il Capogruppo della Lega Nord Diego Scalvini “ha evidenziato come grazie alla capacità amministrativa del Vice Sindaco si è riusciti attraverso, un intervento tempestivo e determinato, a rimettere sulla giusta carreggiata un procedimento che rischiava nuovamente di naufragare.
Infatti grazie a delle scelte ponderate e di buon senso, per le quali il Comune di Parabiago si è esposto in prima persona, ottenendo in seguito la ragione da parte anche degli altri attori coinvolti, si è oggi riusciti a scrivere la parola fine sull’acquisto della cava.”

Il Vice Sindaco Raffaele Cucchi “Esprime soddisfazione per l’ottimo risultato e per essere riusciti a scrivere la parola fine a questa vicenda che da ormai troppi anni tiene impegnati le varie amministrazioni comunali su un fronte giudiziario che non aveva alcun senso.
Quest’area è sicuramente importante per il parco del Roccolo in quanto ci permetterà di poter insediare la sede del parco medesimo, la sede delle Guardie Ecologiche Volontarie e un domani con la gestione del bene generare delle risorse economiche da investire in interventi di riqualificazione del parco medesimo.
Ci tengo inoltre evidenziare la lungimiranza dell’amministrazione parabiaghese che ha sempre evidenziato come i fondi destinati alle compensazioni ambientali dovevano essere impiegati per il raggiungimento di obiettivi importanti e che non dovevano essere frammentati in micro interventi che non avevano grande rilevanza sul territorio.”
News

Pubblicata il: 28/11/2011 da Raffaele Cucchi Lega Nord Parabiago

         

 

 

© Lega Nord Parabiago - All right reserved | Admin | Credits | Privacy | eMail | D&D  


Lascia i tuoi commenti sul Blog Prima il Nord! Home Page Movimento Giovani Padani - Parabiago