Lega Nord Parabiago
Ascolta Radio Padania Libera Guarda Tele Padania

SICUREZZA, ARGOMENTO TROPPO IMPORTANTE PER NON RISPONDERE ALLE STERILI POLEMICHE

Diego Scalvini
Diego Scalvini

La Lega Nord di Parabiago, in merito alle ultime roboanti dichiarazioni riguardanti la tematica della sicurezza, intende fare alcune precisazioni.
Vogliamo innanzitutto premettere che, a nostro avviso, le cause della penetrazione della criminalità e la riduzione della sicurezza delle nostre città sono da imputare prioritariamente ad uno Stato centralizzato ed inefficiente. Un’amministrazione potrà solo lavorare sugli effetti, ma difficilmente potrà rimuovere le cause, infatti, la responsabilità della situazione non è negli assessori lombardi o parabiaghesi, ma è in quella struttura trasversale che frena le riforme. Contrastare questa struttura è il cardine per permettere la reale risoluzione dei problemi; non certo denigrare chi, con scarsi mezzi economici e legislativi, cerca di combatterli.

Per quanto riguarda tematiche concrete: sul progetto del Controllo di Vicinato, fortemente promosso da noi (tanto da averlo inserito a suo tempo nel nostro programma elettorale), rimaniamo fermamente convinti e la consideriamo sempre una valida iniziativa popolare.
Le critiche che vengono sollevate sul progetto provengono al solo scopo di contrastare qualsiasi iniziativa promossa dall’amministrazione, ed in particolare dalla Lega Nord, senza guardare al fine ultimo che è l’interesse di Parabiago. Infatti, chi tanto ama usare la penna per scrivere contro l’assessore Ferrario, non si è neanche degnato di presenziare alle serate informative.
I cittadini che invece erano presenti, potranno testimoniare lo svolgimento positivo degli incontri, con ottimi risultati anche dal punto di vista della partecipazione e dell’interesse per questa iniziativa.

Per quanto riguarda le ulteriori dichiarazioni rilasciate dal centrosinistra, che ormai ha deciso di controbattere sempre e comunque alla Lega Nord senza mai proporre nulla, non possiamo non condannare il continuo tentativo di fare della tematica della criminalità organizzata una tematica di cui loro hanno l’esclusiva. Questo voler mettere le bandierine sopra a questa problematica, ovviamente condivisa, e lo dimostra la ferma e ottima azione del Ministro Maroni, non porta a nessun risultato se non quello di accentuare lo scontro politico, che dovrebbe rimanere al di fuori di un’azione amministrativa.

Per quanto riguarda le scelte fatte all’interno della Lega Nord negli ultimi mesi, le stesse sono il frutto di discussioni e successiva approvazione a maggioranza da parte della sezione.
Accanto ad un giovane veterano come il Vice sindaco, Arch. Raffaele Cucchi, si è scelto una “linea verde” consapevoli del rischio, ma anche consapevoli che il futuro è, e deve essere dei giovani. L’inesperienza è una malattia che guarisce da sola e nell’attesa, gli “anziani” ricoprono un ruolo di supporto e guida. In democrazia il fatto non sorprende anzi, riflette un valore. Le ragioni di chi non ha condiviso sono valide come quelle di chi ha prevalso. E’ stata la democrazia ad imporsi, e questo forse, può tranquillizzare chi parla della Lega che aggredisce.
Meno accettabile invece, quando si permette che l’essere contrario diventi oggetto di strumentalizzazione da parte degli avversari politici. Non è solo la sezione a rimanere danneggiata ma l’idea politica sostenuta per tanti anni e che credo ancora tutti sostengano.
Noi della Lega Nord, comunque, rimaniamo fermamente convinti delle nostre idee e intendiamo continuare questa nostra battaglia per la democrazia, per la sicurezza, per la lotta alla criminalità che vede nella riforma federale il rimedio più efficace.
News

Pubblicata il: 01/06/2011 da Diego Scalvini Lega Nord Parabiago

         

 

 

© Lega Nord Parabiago - All right reserved | Admin | Credits | Privacy | eMail | D&D  


Lascia i tuoi commenti sul Blog Prima il Nord! Home Page Movimento Giovani Padani - Parabiago