Lega Nord Parabiago
Ascolta Radio Padania Libera Guarda Tele Padania

Il Consiglio Comunale all’unanimità contro la chiusura della Posta di San Lorenzo.

Sezione di Parabiago
Sezione di Parabiago

La notizia dell’imminente chiusura di 450 sportelli da parte di Poste Italiane Spa, tra i quali c’è anche il nostro sportello di San Lorenzo, ha immediatamente attirato l’attenzione di tutta l’amministrazione fortemente contraria a tale decisione, la quale si è prontamente adoperata nel tentativo di contrastare questa chiusura. L’ultimo passaggio è stata l’approvazione in Consiglio Comunale di una mozione contro la chiusura dello sportello, ma già si era provveduto ad una raccolta firme mentre il Sindaco si era attivato nella ricerca di un “dialogo” con i vertici di Poste Italiane proponendo l’azzeramento del canone di affitto e/o chiedendo di mantenere il servizio anche con orari ridotti.


E’ doveroso sottolineare che Poste Italiane Spa è controllata da un unico socio, il “Ministero dell’economia e delle finanze”, e quindi come società Pubblica ha il dovere di mantenere e garantire, sia in termini di qualità che di presenza sul territorio, una serie di servizi ritenuti indispensabili, consolidati anche nel corso degli anni, come sono gli uffici postali.


Il disagio è molto avvertito tra i cittadini della frazione di San Lorenzo. Molte persone, anche anziane, saranno costrette a raggiungere non senza difficoltà i già sovraffollati uffici centrali di Parabiago o dei Comuni limitrofi.
A titolo personale la cosa che più mi infastidisce è il perché vengono chiusi questi sportelli! L’ufficio di San Lorenzo serve circa 3.000 persone, ma i vertici di Poste Italiane preferiscono tagliare filiali come questa cosi da aumentare gli utili aziendali in vista della prossima quotazione in Borsa.


Dopo la decisione di Renzi di cedere gran parte delle azioni statali possedute di Enel (interessata la Cina), di Eni, di trasformare le nostre Banche Popolari più importanti in spa consegnandole ai grandi fondi e ai grandi Gruppi di credito stranieri (anche qui previsti moltissime chiusure di filiali con conseguente perdita di posti di lavoro), è arrivato il turno delle Poste Italiane.. svenduta anch’essa per 80 euro al mese! Ma cosa rimarrà dell’Italia dopo i governi Monti-Letta-Renzi?

News

Pubblicata il: 08/03/2015 da Sezione di Parabiago Lega Nord Parabiago

         

 

 

© Lega Nord Parabiago - All right reserved | Admin | Credits | Privacy | eMail | D&D  


Lascia i tuoi commenti sul Blog Prima il Nord! Home Page Movimento Giovani Padani - Parabiago